Menu 

Le novità 2010 in Italia e in Europa

Crisi globale? Paura del futuro? I maggiori parchi di divertimento sono comunque obbligati a presentare almeno una novità ogni anno. Le proposte della stagione 2010

Le principali novità 2010 in Italia

La crisi del 2009, peraltro ben lungi dall’essere superata ad oggi, aveva decisamente spaventato tutti gli operatori di qualsiasi settore, compreso naturalmente il comparto riguardante l’amusement business. Lo scorso anno, in questo periodo, si procedeva con molta cautela e si aspettavano i primi risultati derivanti da quella che avrebbe potuto rivelarsi come una delle stagioni più disastrose della storia dei parchi di divertimento in Italia.

La realtà, per fortuna, non si è evidenziata in modo così tragico e addirittura, se consideriamo in particolare i parchi acquatici e anche alcune strutture tematiche, i risultati sono stati decisamente confortanti. Alcune realtà hanno addirittura segnato nel corso del 2009 percentuali di affluenza anche superiori al 5% rispetto all’anno precedente. Questo è da ascriversi certamente alle favorevoli condizioni meteorologiche che hanno caratterizzato la scorsa stagione, ma in un certo senso, anche la crisi, paradossalmente, ha favorito i parchi.

La famiglia media, e cioè quella che maggiormente rappresenta il bacino d’utenza dei parchi, ha infatti comunque deciso di investire il proprio denaro nella visita ad un parco, fosse pure di prossimità, rinunciando magari a qualche giorno di vacanza in più o a maggiormente onerosi viaggi all’estero. Tutto ciò ha sicuramente risollevato un poco il morale degli operatori e se risulta ovvio che le strategie d’investimento non si modificano certo nel breve termine, è pur vero che a fronte di questa situazione si è assistito in generale a qualche intervento in più rispetto al preventivato sul piano delle nuove proposte per la stagione 2010.

Chiariamo subito che il corrente anno non si distinguerà per eclatanti novità e investimenti faraonici, ma è assai positivo che quasi tutte le strutture più importanti si siano comunque adoperate per presentare ai propri ospiti almeno una novità di buon livello. Nei prossimi mesi si osserveranno con altrettanta trepidazione i risultati della nuova stagione – perché l’insicurezza comunque rimane – e da questi dipenderanno le strategie future, ma nel frattempo andiamo a scoprire cosa ci propone la stagione appena iniziata.

E’ consuetudine consolidata che per presentare le strutture della nostra penisola, si inizi sempre dal Nord, ma mai come in questo caso è opportuno iniziare da Sud. Questo perché la maggiore novità 2010 verrà presentata in Sicilia e precisamente a Etnaland.
Non si tratta certo di una struttura famosa e frequentata come lo sono i due maggiori parchi italiani e addirittura, la sua classificazione è ancora quella di parco acquatico. Il parco di Catania, però, ormai da diversi anni, ciclicamente, non manca di stupire per l’inserimento di attrazioni di primissimo livello. Nel 2005 si era assistito al lancio di un river rapids Hafema con caratteristiche entusiasmanti sia dal punto di vista scenografico che tecnico. Una vera e propria attrazione da parco meccanico-tematico. E ora, nel 2010, un altro exploit notevole, con l’inaugurazione di uno spillwater targato Intamin che si chiamerà “Jungle Splash”. L’ambientazione, come è accaduto anche con  il precedente “Crocodile Rapids” è quella africana. I passeggeri dei barconi da 20 posti, attraverseranno una porzione di giungla dove, oltre alle rocce e alle imponenti cascate – 150.000 litri di acqua al minuto – spicca sullo sfondo la torre di caduta che sembrerà realizzata in bambù.

Il direttore del parco, Francesco Russello, ci spiega: “Si tratta di un’attrazione in parte interattiva che si svolge in tre parti; nella prima il pubblico, una volta a bordo delle imbarcazioni, affronta un percorso interamente sotterraneo dove deve interagire per evitare gli ostacoli e le cascate sotterrane. Nella seconda sezione l’imbarcazione viene sollevata fino alla quota di 26 metri per mezzo di un ascensore verticale e viene lanciata nel down chute, che ha una pendenza di 45°, per arrivare nella terza parte dove avviene la frenata nel laghetto d’arrivo con il conseguente mega splash”. Si parla di un investimento non distante dai 5 milioni di euro, ma soprattutto di un altro deciso passo verso un futuro che dovrebbe vedere il parco etneo trasformarsi in un acquatico-meccanico-tematico di altissimo livello.

Nel Lazio, Zoomarine sta proseguendo nel suo percorso evolutivo e nel 2010 inaugura tre novità. La più importante è costituita da un parco acquatico di 12.000 mq. con 2 piscine e un gruppo di scivoli, che consente di allargare ulteriormente il proprio target di visitatori e rende maggiormente appetibile la struttura nelle giornate estive particolarmente calde. Abbiamo poi un rollercoaster di medio-piccole dimensioni, “Vertigo”, caratterizzato dalla presenza di un loop e infine uno stadio destinato ad ospitare le evoluzioni dei rapaci. Considerando anche le novità inserite nel corso della precedente stagione, si può tranquillamente affermare che il parco di Torvaianica si sta veramente distinguendo nel panorama italiano.

E’ doveroso segnalare ancora una volta l’apprezzabile lavoro svolto dalla famiglia Manfredini, che anche nel 2010 doterà il proprio parco Cavallino Matto di ulteriori attrazioni. “Shocking Tower”, una torre shot & drop di costruzione Soriani e Moser, sarà inserita all’interno di una zona a tema Maya che verrà ulteriormente tematizzata e che già ospita dallo scorso anno l’attrazione “Yucatan”. Da segnalare poi “Gold Mine”, una dark-ride a target famiglia ambientata all’interno di una miniera d’oro. Il percorso sarà caratterizzato dalla presenza di alcuni audioanimatronici, effetti speciali e una discreta scenografia.

Acquario di Cattolica festeggerà i primi 10 anni di attività e inaugurerà a giugno un’area dedicata ai pinguini dei climi temperati. Roberta Bagli, Responsabile Stampa della struttura di Cattolica, ci tiene a sottolineare che “Il progetto di conservazione e tutela delle specie di pinguini dei climi temperati, promosso dall’Acquario di Cattolica in collaborazione con l’Acquario di Genova, nasce con l’obiettivo di educare e sensibilizzare il grande pubblico alla conoscenza e conservazione di questi particolari e simpatici uccelli marini. La costruzione dell’area a loro dedicata, coinvolge oltre 20 aziende fornitrici italiane, impegnate nella realizzazione di un exhibit di 80 mq. e di 70.000 litri di acqua marina. Si tratta dunque di un ampio spazio suddiviso tra la zona acquatica e quella emersa, dove è fedelmente riprodotto l’habitat di provenienza degli animali, con scenografie ricche di rocce, cascate, pontile e grotte per nidificare. Il tutto visibile dalle grandi vetrate, le più grandi mai realizzate in tutto l’Acquario. Le dimensioni sono di 5 x 2,50 metri di altezza e 8 centimetri di spessore per l’acrilico”.

“La principale novità della stagione per Oltremare – come ci spiega Massimo Gabellini, direttore commerciale del parco – è nell’area di Pianeta Mare. Questo spazio, completamente dedicato all’Adriatico, da quest’anno è arredato con reperti storici dell’esplorazione subacquea forniti da HDS Italia (Historical Diving Society). Qui sono state inserite 5 nuove grandi vasche per offrire un contatto ancora più diretto e vivo con le meraviglie della natura sommersa. Il percorso inizia con la touch pool da 15.000 litri, denominata “Baia delle posidonie”, popolata da saraghi cefali, salpe, rombi, scorfani e prosegue negli ambienti sabbiosi costieri della spettacolare vasca tattile da 30.000 litri, la “Baia degli squali”, che ospita squali gattucci e gattopardi, ricciole e le rare cernie alessandrine. Nelle touch pool sarà possibile assistere alla nutrizione degli squali e degli altri pesci, in orari prestabiliti, con il commento del personale specializzato. Il percorso continua poi  verso gli abissi e il mare aperto con 4 vasche da 12.000 litri ciascuna. Dalla vasca molo, che ricrea ambienti di luminose acque superficiali, popolata dalle principali specie di pesci costieri, alla vasca scogliera che ricostruisce gli ambienti rocciosi ed ospita cernie, scorfani e murene. E infine la vasca abissi popolata da pesci tamburo, pesci civetta, scorfani abissali e razze e la vasca mare aperto. Il tragitto si conclude davanti all’acrilico con la sua suggestiva dimensione subacquea della laguna dei delfini”. A questo si aggiungeranno due mostre permanenti e un nuovo filmato presso il cinema Imax.

“Grossa novità”, come recita il divertente spot prodotto dal parco e diffuso attraverso il canale di YouTube, anche per Aquafan, che a distanza di cinque anni dall’ultima grande attrazione, Speedriùl”, a inizio stagione inaugurerà “StrizzaCool”. Si tratta di una tipologia di scivolo a vasca larga fruibile a bordo di canotti da 4/5 posti che fino ad oggi è presente in Italia solamente presso Etnaland. Nel caso del parco romagnolo, la ditta installatrice è Piscine Castiglione.

Nella stagione corrente Mirabilandia non si distinguerà per la presentazione di novità di rilievo, limitandosi ad inserire un nuovo filmato 3D e operando alcuni ritocchi al sempre apprezzato dal pubblico “Scuola di Polizia”. Questo rientra tutto sommato nella normalità dal momento che nel 2009 era stato presentato un rollercoaster di tutto rispetto come “iSpeed”, che quest’anno dovrebbe risultare finalmente operativo al 100% dopo i problemi che ne avevano prima ritardato l’apertura e poi condizionato parzialmente l’operatività fino alla fine della stagione.

Le novità in Lombardia sono principalmente rappresentate da Minitalia Leolandia Park, che quest’anno, dopo un lavoro di restauro durato quasi 3 anni, ripresenta l’area delle Miniature. Massimiliano Freddi, responsabile comunicazione di Minitalia Leolandia Park ci tiene a sottolineare che “Sono stati coinvolti oltre 150 persone tra ingegneri, tecnici, artigiani restauratori e operai. Oggi siamo orgogliosi di presentare 160 monumenti completamente restaurati, con 16 statue parlanti di altrettanti personaggi celebri ed effetti speciali che rendono multisensoriale il tour del Belpaese, fino ad arrivare alla nuovissima linea ferroviaria il cui percorso ricalca fedelmente quello delle strade ferrate italiane. I monumenti sono stati restaurati dagli artigiani di Art Project, i percorsi migliorati eliminando ogni barriera architettonica a beneficio dei diversamente abili e delle mamme con carrozzine”.

E per restare in tema con il “Giro d’Italia”, concludiamo questo nostro viaggio in Veneto, dove Aqualandia, altro parco acquatico di altissimo livello, propone un completo rifacimento dell’area di ingresso del parco in puro stile caraibico. L’area sarà denominata “Port Hemingway” e comprenderà  tutti i servizi (spogliatoi, docce, bagni), i punti ristoro e i negozi presenti in quello che a tutti gli effetti diventerà un biglietto da visita di alto livello per il parco. La tematizzazione, curata come sempre dagli artisti e artigiani di Ozlab, va ad arricchire ulteriormente un’offerta scenografica già molto presente in altre aree della struttura e lo rende sempre più un vero e proprio parco acquatico-tematico. Uno dei rarissimi casi di pura eccellenza nel panorama europeo.

Sulle rive del Lago di Garda si possono poi segnalare le due principali novità presentate da Gardaland, consistenti in un discreto walk-through a tema horror chiamato “Inferis”, e in un filmato 3D dedicato al cartone animato Spongebob che viene proiettato all’interno del Cinema Time Voyager. Nulla di particolarmente entusiasmante se rapportato all’importanza del parco di Castelnuovo del Garda, ma ci si sta già preparando alla novità 2011, costituita da un assai interessante rollercoaster. Realizzata da B&M, questa macchina andrà a collocarsi nell’area fino ad ora occupata da “Tunga”, storica attrazione ormai mortificata dal peso degli anni e non più sostenibile sotto il profilo gestionale e operativo.

Situato nei pressi del parco di Prezzemolo, anche quest’anno Movieland Studios, facente parte del complesso Canevaworld Movieland Park, presenterà alcune novità di rilievo. Nello specifico, la riqualificazione scenografica dell’area per le famiglie, che si chiamerà “Stone Age”, e l’inserimento nella stessa area di due nuove attrazioni, tra cui un piccolo rollercoaster. Nuova vita anche per “Terminator 5D”, che da quest’anno viene dotato di pistole laser a disposizione del pubblico, che in questo modo avrà la possibilità di interagire durante lo show.

Restiamo dunque in attesa della risposta del pubblico, che sarà determinante per influenzare le scelte degli operatori nel prossimo futuro. La speranza è che gli investimenti nel settore continuino, non solo sul fronte delle singole novità, ma anche su quello delle nuove strutture, i cui progetti sono ormai fermi da troppi anni.

Alcune delle novità 2010 in Europa

Nell’elencare alcune delle principali novità stagionali dei parchi europei è d’obbligo iniziare con Europa Park, che puntualmente ogni anno si distingue per la voglia di investire sia in importanti realizzazioni, sia per una enorme serie di piccoli e medi interventi sull’esistente, che rendendo ogni volta il parco sempre più accattivante agli occhi dei suoi oltre 4.000.000 di visitatori.

L’area maggiormente toccata da queste novità è l’Islanda, che  ha visto la propria superficie aumentare notevolmente con l’inserimento di 2 attrazioni principali. La prima è “Whale Adventure – Splash Tours”, splash battle di produzione Mack Rides. I passeggeri delle imbarcazioni sparano con i cannoni ad acqua sia ai bersagli presenti lungo il percorso, sia verso altri visitatori posizionati presso i cannoni ad acqua esterni. L’attrazione è una replica di un porto islandese dove i marinai, a bordo di pescherecci, navigano attraverso iceberg e foche per raggiungere il santuario delle balene. Come sempre, anche la tematizzazione della stazione d’imbarco e dell’intero percorso è su livelli di pura eccellenza.

La seconda novità è la struttura infotainment/confertainment nata grazie alla cooperazione tra Europa-Park e Gazprom, uno dei maggiori attori nel mercato mondiale dell’energia. Questo edificio futuristico, il “Gazprom Erlebniswelt” ospita al suo interno una hall dedicata al mondo dell’energia e più precisamente al gas naturale. Tramite filmati a 360° e spazi didattici, i visitatori vengono a conoscenza delle varie fasi di lavorazione del gas naturale. La struttura mette inoltre a disposizione 2 sale per riunioni e conferenze. Da segnalare anche nuovi ristoranti e punti ristoro, nonché il Laser Show che racconterà i 35 anni di storia del parco. Quest’ultima attrazione sarà disponibile dal 12 luglio.

Sempre in Germania, Holiday Park inaugura un wild mouse chiamato “Holly’s Wild Car Ride”. Prodotto dall’azienda tedesca Maurer & Sohne, avrà una lunghezza di 370 metri, una durata di circa 2 minuti e 8 vetture da 4 posti ciascuna che trasporteranno i passeggeri lungo un percorso riccamente tematizzato.

Anche Phantasialand, il parco di Loefferhard – ex partner di Giancarlo Casoli nella conduzione di Mirabilandia dal 1997 al 2006 – sono previste novità. “Wuzel Earth”, un’area con 5 nuove attrazioni per bambini inserite in una ricca ambientazione Fantasy concorrerà ad abbellire ulteriormente l’area che già oggi ospita “Wuze Town” e “Wakobato”, splash battle di produzione Preston & Barbieri.

Nel complesso di Disneyland Resort Paris sono invece attese novità per la fine dell’estate, con l’inserimento di una nuova area tematica presso i Walt Disney Studios: “Toy Story Playland”. Saranno presenti 3 attrazioni: “RC Racer”, half-pipe coaster di Intamin alto 25 metri con una singola vettura che può ospitare 20 passeggeri, “Toy Soldiers Parachute Drop”, una parachute drop tower di circa 25 metri di altezza e “Slinky Dog Zig Zag Spin”, una flat ride di tipologia molto simile al music express.

Presso Puy du Fou sarà allestito un nuovo grande spettacolo diurno, “Le Secret de la Lance”, che racconterà la storia di Marguerite, una giovane pastorella rimasta sola nel castello dopo la partenza dei cavalieri per Orleans. Scoprirà il segreto di una lancia dai poteri fantastici per proteggere i bastioni del castello durante la battaglia. Questo show, ricco di effetti speciali e di attori in scena, sostituirà l’altrettanto spettacolare “Battaglia di Donjon”.

Nel parco danese di Legoland viene presentata una nuova dark ride interattiva a firma Sally Corp. chiamata “The Temple”. Da segnalare che sono già presenti altre due dark ride interattive a tema egizio come questa all’interno di altri parchi marchiati LEGO e precisamente “Lost Kingdom Adventure” di Legoland California e “Laser Riders” di Legoland Winsor.

Interessante novità anche per il parco norvegese Tusenfryd, che quest’anno inserisce in anteprima europea una nuova dark ride interattiva a tema horror prodotta dall’azienda belga Alterface. E’ costruita all’interno della già esistente Haunted House ed è caratterizzata da un sistema di trasporto non convenzionale, dal momento che le poltrone sono appoggiate su una piattaforma rotante che indirizza lo sguardo del pubblico verso schermi di proiezione 3D e scene che cambiano quando la piattaforma ruota su se stessa. L’interattività è costituita dalla presenza di pistole laser utilizzate dagli ospiti. Unico esempio di questa tipologia di attrazione nel mondo, per ora, è “The House”, installata presso il Wax Museum a Branson (Missouri, USA).

Efteling, uno dei maggiori parchi europei, inaugurerà invece un duelling coaster in legno di produzione Great Coasters International. “Joris en de Draak”, sarà costituito da due rollercoaster in legno separati, Acqua e Fuoco. I treni gareggeranno per spuntare il tempo più veloce e i viaggiatori seguiranno le orme di San Giorgio che cerca di uccidere il drago. Sarà l’unico duelling coaster del Nord Europa e sarà costruito vicino a “Flying Dutchman”, al posto del demolito coaster, sempre in legno, “Pegasus”. La capacità oraria prevista sarà di 1.750 persone e ogni tracciato sarà lungo 700 metri con un’altezza massima di 21,5 metri.

Alton Towers, il parco fiore all’occhiello di Merlin, presenta nella nuova area rinominata “Dark Forest” un rollercoaster prodotto da Intamin dal sinistro nome di “Th13teen”. I passeggeri a bordo di ogni treno saranno 20 e il percorso, a tema horror, è caratterizzato da alcuni particolari interessanti come una breve caduta verticale e l’ultima parte del tracciato che viene percorsa all’indietro.

Una delle classiche operazioni a basso costo che contraddistinguono i parchi che non investono in grandi novità stagionali, è quella di lanciare nuovi filmati 4D all’interno dei loro teatri. Alcuni esempi forniti dai parchi del Belgio: per la stagione 2010 Bellewaerde Park  presenterà il film d’animazione 4D “Turtle Vision”. Già proiettato nel 2009 a Europa Park e visibile quest’anno anche nel parco spagnolo Isla Magica, il film ripercorre il viaggio di una tartaruga marina ed immerge il visitarore nell’oceano, alla scoperta di un mondo magico.

Bobbejaanland propone “Pirate Story”, che racconta delle disavventure di due incauti ladruncoli alle prese con un gruppo di pirati a guardia del loro tesoro posto all’interno di un museo. Si tratta del medesimo filmato che verrà proiettato anche a Mirabilandia.

Walibi Belgium non si limita al filmato “Spongebob 4D”, che verrà proiettato anche a Gardaland,  ma opera un restyling anche della facciata del cinema stesso. In verità, un grande investimento da oltre 10 milioni di euro il parco lo sta effettuando all’interno dell’area acquatica indoor Aqualibi, dove sono ormai da diversi mesi in corso i lavori per il suo completo restyling. Durante questa stagione, quindi, il parco acquatico non sarà accessibile al pubblico e la riapertura è fissata per la primavera del 2011.

Anche in Danimarca va di moda il 4D, dal momento che a Bob Bon Land è stato appena inaugurato “Bon-Bio 4D”, un nuovo cinema 4D con 100 posti e una superficie totale di 500 metri quadrati, in cui verranno proiettati tre filmati per tutta la famiglia. Una seconda novità accontenterà gli amanti dell’adrenalina: “Svend Svingarm” un Giant Discovery prodotto dall’Antonio Zamperla S.p.a. verrà inaugurato il 30 aprile. Con una capienza di 40 persone, trasporterà i passeggeri ad un’altezza massima di 44 metri.