Menu

Via Valpolicella 63 - Santa Lucia
37026 Pescantina (Verona)
Italia

Prenota un hotel nelle vicinanze

+39 045 6755565

+39 045 6754710

Tutto l'anno

Visita

    Cerca hotel

    Destinazione
    Data di arrivo
    Data di partenza

Video

Ultime foto

Vedi tutte le foto

Descrizione del parco

Un parco termale di grandi dimensioni situato in Valpolicella e che sfrutta l’acqua calda del sottosuolo utilizzandola nelle piscine indoor e outdoor di cui si è dotato. Presenti anche saune e aree relax, area ristoro e giardino. Presentato in anteprima alla Stampa l’11 luglio 2012, è stato ufficialmente aperto al pubblico il 23 luglio 2012.

Si tratta di una struttura che si rivolge a target decisamente trasversali e che ha l’ambizione, negli anni, di proporre diverse soluzioni di intrattenimento a chi intende trascorrere qualche ora o addirittura un’intera giornata all’interno di una struttura decisamente elegante ma al tempo stesso fruibile da un alto numero di persone. Relax e benessere come parola d’ordine. Aperta tutto l’anno, Aquardens si presenta senza ombra di dubbio già ora, a distanza di oltre nove mesi dall’inaugurazione, come un prodotto da consigliare assolutamente sia alle famiglie che alle coppie giovani e meno giovani.

In attesa del completamento previsto per fine anno di una nuova area più appartata e dedicata esclusivamente alle saune e al silenzio, è comunque onesto segnalare come al momento Aquardens non riesce a soddisfare pienamente le esigenze dei puristi del genere. Il pubblico italiano non è ancora infatti abituato a questo tipo di offerta e nonostante gli encomiabili sforzi degli efficenti e preparati cast member, il silenzio tipico delle migliori spa collocate nei paesi del centro e nord europa, è una vera utopia. E non potrebbe comunque essere altrimenti dal momento che la stragrande maggioranza degli ospiti considera, anche se a torto, la struttura come un parco acquatico senza scivoli.

Sarà probabilmente necessario un cambio di rotta nella comunicazione del prodotto o una più forte segmentazione del target con la realizzazione di aree specifiche per chi – ma quanti sono in termini numerici? – intende usufruire di un prodotto che non sia un “parco acquatico senza scivoli” come viene considerato dalla stragrande maggioranza dei frequentatori della struttura. E magari considerare in futuro anche l’inserimento – in aree ben delimitate e separate – di qualche scivolo.

Ultime novità

Ultimi video